Partecipa al Sondaggio

RSS di - ANSA.it

PARCO EOLICO

 Nell’anno 2001, il Comune di San Sostene effettua un’indagine di possibili partners e nel settembre 2001 viene deliberato un protocollo d’intesa con una società del settore per lo studio del vento e le verifiche per un possibile inserimento di impianti di energia eolica. A livello temporale, possiamo affermare che l’iniziativa anticipa di due anni l’attuale normativa vigente (il D. legislativo 29 dicembre 2003, n. 387, che attua la direttiva 2001/77/CE sulla promozione dell’energia prodotta da FER). Con l’art. 12 si prevede l’approvazione delle linee guida nazionali, intervenute in realtà soltanto con D.M. 10 settembre 2010 per l’autorizzazione degli impianti alimentati da FER. Dopo la verifica delle perfette e favorevoli condizioni del vento e dopo avere predisposto la relativa progettazione, fu stipulata la convenzione tra il Comune di San Sostene e la Eolica Sud S.R.L. .

A questo punto doveva cogliersi l’occasione di un impatto positivo per il territorio con un impianto di energia rinnovabile, anticipando gli effetti negativi a livello economico per gli enti locali conseguente ad una legislazione orientata alla piena autonomia finanziaria dei comuni. Negli anni, infatti, sono sempre diminuiti i trasferimenti statali e gli enti locali sono stati lasciati al loro destino ed alla capacità di leggere nel futuro da parte degli amministratori. In data 29 giugno 2006 la Regione Calabria con decreto dirigenziale ha provveduto a rilasciare la debita autorizzazione unica individuando l’area di ubicazione del Parco Eolico, nonché le aree oggetto di servitù. Il parco eolico è realizzato nell'area del Comune di San Sostene, in provincia di Catanzaro. Si sviluppa lungo la catena montuosa delle Serre, su terreni essenzialmente di proprietà comunale. L'altitudine del sito varia tra 900 m e 1.200 m. La potenza complessiva del parco eolico è di 79,5 MW, suddivisi sui due crinali che compongono la catena montuosa: il crinale Sud, sul quale sono state installate 28 turbine modello GE77 da 1.5 MW fornite della General Electric, per un totale di 42 MW, ed il crinale Nord, sul quale sono state installate 15 turbine da 2.5 MW modello N80 fornite dalla Nordex, per un totale di 37.5 MW. Le produzione è di circa 90 GWh per il crinale Sud, ed altrettanti per il crinale Nord, per un totale complessivo di circa 180 GWh all'anno. Il parco Eolico è di proprietà dalla società Eolica Sud, controllata dalla Falck Renewables.

Il Comune di San Sostene gode in maniera significativa dei benefici economici del parco eolico. Appena iniziati i lavori, il Comune ha chiesto un’anticipazione di alcune annualità. Le risorse reperite dagli amministratori attraverso l’anticipazione delle royalties del realizzando parco eolico sono state richieste ed utilizzate per opere ed attività pubbliche a beneficio della collettività.

Le risorse sono state reperite ed utilizzate per superare le difficoltà amministrative in forza degli obblighi di legge e di responsabilità che incombono sugli amministratori:

• acquisto della struttura destinata alla delegazione municipale di San Sostene Marina (si precisa che la popolazione, prevalentemente anziana, doveva recarsi alla sede municipale a distanza di chilometri, per qualsiasi servizio anche essenziale), e per acquisti arredi per la medesima delegazione;

• realizzazione portale istituzionale ed acquisto files da inserire sempre nel portale istituzionale (sino ad allora, il Comune non era stato in grado nemmeno di pubblicare in forma più ampia i vari bandi e gare che poneva in essere, avvalendosi di un portale gestito dalla Comunità Montana "prestato" al Comune di San Sostene);

• attività strutturate aperte al territorio;

• iniziative culturali e divulgative del patrimonio socio-culturale, ambientale di San Sostene;

• acquisto automezzo polizia municipale (la polizia municipale non aveva nemmeno un mezzo per circolare);

• manutenzione e messa in sicurezza stabile comunale in Via Chiaranzano;

• ristrutturazione ed ampliamento scuola elementare - prima fase;

• interventi di manutenzione sul lungomare - prima fase;

• ammodernamento, sistemazione e messa in sicurezza viabilità interna - prima fase;

• iniziative di risparmio energetico su illuminazione pubblica;

• realizzazione area a parcheggio centro capoluogo - prima fase;

• consolidamento scarpate a margine del centro abitato - prima fase;

• interventi manutentivi;

• redazione PSC (scadevano i termini e sarebbe stato nominato il commissario ad acta con inadempienza del Comune);

• frazionamenti per intestazione catastale aree comunali;

• fognatura lungomare;

• acquisto cassonetti spazzatura;

• messa in sicurezza terreno destinato ad area verde attrezzato Via Gentile - prima fase.

Per meglio comprendere i vantaggi economici in favore del Comune indico il calcolo delle royalties erogate dal 2009 al 2014:

ANNO 2009 € 64.401,69 ANNO 2010 € 266.460,20 ANNO 2011 € 306.076,00 oltre € 175.000,00 per rata restituzione anticipazione ANNO 2012 € 376.913,66 oltre € 175.000,00 per rata restituzione anticipazione ANNO 2013 € 347.486,24 oltre € 175.000,00 per rata restituzione anticipazione ANNO 2014 € 349.010,06 oltre € 175.000,00 per rata restituzione anticipazione

TOTALE € 1.710.350.85 oltre € 700.000,00 per restituzione anticipazione per un totale di € 2.410.350,8

Per avere un’idea più precisa, si fornisce qualche numero tratto dal bilancio consultivo comunale anno 2014: - entrate tributarie totali € 896.739,69; di cui riscossioni IMU € 304.608,10; quindi solo una minima parte della riscossione dei tributi è senza vincolo di destinazione (hanno un vincolo di destinazione tassa rifiuti, canone servizio idrico, ecc.) - trasferimenti statali € 243.013,96 per un totale disponibile di € 547.622,06. Se si verificano le spese di gestione ordinaria del comune o meglio per il funzionamento della macchina comunale e per i servizi essenziali, si traggono i seguenti dati contabili: - € 302.602,40 per personale - € 426.405,72 (illuminazione pubblica, ecc.) Totale 729.008,12 di spese ineliminabili.

Ne consegue che le spese ineliminabili (€ 729.008,12) sono nettamente maggiori rispetto alle entrate disponibili (€ 547.622,06 senza vincolo di destinazione), con la conseguenza che il Comune, senza l’impianto eolico, sarebbe caduto in dissesto finanziario dovendo recuperare con i tributi la somma necessaria per il pareggio di bilancio e per effettuare le opere anche essenziali quali strade, convenzione per canile, ecc. Invece, anche con la modifica legislativa recente sul bilancio e la reimputazione obbligatoria dei residui passivi, il Comune di San Sostene è rimasto in attivo. Un appunto, inizialmente la Eolica Sud S.R.L. ha versato al Comune anche l’ICI relativamente ai terreni occupati, prima che lo Stato prevedesse che l’IMU per le zone D andasse nelle casse statali e non in quelle comunali. In aggiunta a ciò, la Societá Eolica Sud ha stipulato con una cooperativa locale un contratto per la fornitura di servizi nella fase di esercizio dell'impianto (attività di manutenzione stradale, sorveglianza, antincendio, etc.). Inoltre, Eolica Sud ha già dato un contributo diretto alla comunità locale, realizzando un parco giochi per i bambini e completando l'illuminazione viaria di un quartiere di recente urbanizzazione. Agli ingressi dell'abitato sono stati posti cartelli di benvenuto con la scritta "San Sostene - Città del Vento", a conferma della spiccata vocazione favorevole alle energie rinnovabili del Comune. Anche nella fase di realizzazione degli impianti il ruolo delle realtà imprenditoriali locali è stato rilevante: la realizzazione delle opere civili (strade di accesso, fondazioni, sottostazione elettrica) è stata affidata ad impresse locali, coordinate dalla Direzione Lavori della Eolica Sud. Più in generale, oltre ai vantaggi di carattere sociale ed economico, il parco di San Sostene consente importanti benefici ambientali: l'energia prodotta da fonte eolica sostituisce infatti una quota equivalente di energia prodotta mediante l'impiego di combustibile fossili, con la conseguente riduzione dell'inquinamento e dell'effetto serra. Attualmente le aziende operanti sul parco eolico sono:

- La totale gestione e supervisione è coordinata dal capo impianto FALCK - Crinale Sud Availon con 5 tecnici specializzati presenti 7 giorni su 7, alcuni di questi tecnici residenti a San Sostene. - Crinale Nord Nordex con 3 tecnici specializzati presenti 7 giorni su 7, alcuni di questi tecnici residenti a San Sostene. - In Sottostazione elettrica è presente da remoto un telecontrollo h24 - Per entrambi i crinali è presente la predetta Cooperativa formata da 12 persone che gestisce, controlla e fà manutenzione di tutta la viabilità interna parco, tutti gli operai sono residenti a San Sostene. - Tutta la viabilità esterna parco è gestita tramite contratti con 3 imprese edili locali di San Sostene e paesi limitrofi.

Nel centro abitato di Sostene Superiore sono stati attualmente ristrutturati 2 edifici comunali ed adibiti a uffici e magazzini Eolica sud, inoltre la Nordex ha locato 2 appartamenti e locali commerciali per uso magazzino e controllo produzione.

La Produzione di energia è pari al fabbisogno di 70.000 famiglie La Quantità di CO2 risparmiata ogni anno è pari a 100.000 tonnellate di CO2.

Il Comune di San Sostene, ricordato come l’Ente trainante in materia di energia rinnovabile per l’impianto eolico, è stato anche il Comune che ha raccolto immediatamente la sfida del fotovoltaico e del risparmio energetico beneficiando del primo bando “il Sole in cento scuole” e del bando per la sostituzione delle lampade con quelle a risparmio energetico in tutto il lungomare.

 

 

Comune di San Sostene (CZ) - Via G. Marconi 6 - 88060 -

Tel./Fax 0967.533254 - PEC: prot.sansostene@asmepec.it  -  E-mail: protocollo@comune.sansostene.cz.it

P. IVA 00342150794
 

HTML 4.01 Strict Valid CSS
Pagina caricata in : 0.436 secondi
Powered by Asmenet Calabria